Patata della Sila IGP

SCARICA SCHEDA
Patata della Sila IGP
La patata della Sila è una varietà riconosciuta ampiamente coltivata nelle zone interne della Calabria, è caratterizzata dalla buccia di colorazione violacea e dall polpa biancastra. La caratteristica organolettica principale delle patate della Sila, è quella di possedere una percentuale di amido superiore alla media. Ciò rende il tubero calabrese più nutriente e soprattutto più saporito delle altre patate italiane.
Stagione: Autunno Origine: Tradizionale Tipologia: Verdura
Indicazioni su come coltivare la pianta

Vuoi sapere come coltivare questa PIANTA?

  • Storia e curiosità sulla Patata della Sila IGP
    STORIA E CURIOSITÀ

    primi cenni storici sulla coltivazione della patata della Sila si trovano negli annali Ottocenteschi del Regno di Napoli. Certo è che la coltivazione della patata sull'altopiano silano è da sempre un'attività tradizionale e ha un ruolo importante nell'economia locale. A metà del 900, per porre un certo ordine nella coltivazione del tubero, viene fondato il "Centro silano di moltiplicazione e selezione delle patate da seme" (CE.MO.PA. silano) che si occupa principalmente di diffondere semi certificati.




Patate della Sila IGP 'Mpacchiuse

Scarica Ricetta
Patate Mpacchiuse

PRESENTAZIONE

Le Patate 'mpacchiuse sono un piatto tipico della provincia di Cosenza e Catanzaro, l'ingrediente principale sono le patate della Sila IGP, cotte con poco olio e a bassa temperatura per non friggerle. Da questo tipo di preparazione, che fa si che le fette di patata si attacchino tra di loro, deriva il nome “mpacchiuse” che significa appiccicose/appiccicate.

INFORMAZIONI

PREPARAZIONE: 50 min

DIFFICOLTÀ: Media

COTTURA: 40 min

DOSI PER: 4 persone

INGREDIENTI

4 Patate Rosse

1 Cipolle

100 g di Funghi Porcini

Olio EVO q.b.

1 spicchio d'aglio

Sale q.b.

Peperoncino fresco o in scaglie


PREPARAZIONE

Lavare le patate della Sila, pelatre e tagliare a fettine non troppo sottili (circa 0,5 cm). Pulire i funghi e tagliarli a fette spesse. Sbucciare ed affettare anche la cipolla.
In una padella mettere un filo d’olio extravergine di d’oliva e dorare uno spicchio d’aglio per dare aroma. Buttare l’aglio ed aggiungere le patate, aggiustando a piacimento sapore e piccantezza aggiungendo sale e peperoncino fresco tagliato a rondelle oppure in polvere, mescolare e coprire la pentola.
A metà cottura aggiungere i funghi e la cipolla, mescolando le patate in modo da amalgamare bene tutti gli ingredienti e girarndole dal lato non cotto, alla fine ricoprire e cuocere ancora.
Le patate mpacchiuse saranno pronte quando risulteranno appiccicate tra di loro e ben dorate su tutti i lati, se necessario, facendo attenzione a non romperle, controllare la cottura e girarle nuovamente dal lato meno cotto.
Con un filtro o una schimarola, scolare le patate dall’olio maneggiandole con delicatezza. Servire ben calde e mettere a tavola peperoncino e vino rosso.


Scopri di più