SCARICA SCHEDA
Malva
La malva è un'erba aromatica che cresce soprattutto lungo i sentieri e le strade di campagna. Si presenta con dei fiori molto belli di colore viola o rosa.
Stagione: Estate Origine: Tradizionale Tipologia: Verdura
  • Storia e curiosità sulla Malva
    STORIA E CURIOSITÀ

    Il nome malva ha origine dal verbo "mollire" che fa riferimento proprio alle proprietà emollienti di questa erba. In passato le foglie, dopo la bollitura, venivano usate contro la stipsi. Oggi, come allora, la malva viene adoperata anche in cucina per condire minestre, zuppe o frittate. Non tutti sanno che se ne fa anche uso in cosmetica, soprattutto per la produzione di creme per il viso (indicate a chi ha la pelle secca e sensibile), per il corpo e prodotti per capelli.




Infuso alla malva

Scarica Ricetta
Infuso-alla-malva

PRESENTAZIONE

L’infuso alla malva, di facile preparazione, si può bere per combattere tosse, mal di gola, stipsi, raffreddore e mal di pancia. Un altro uso è quello per sciacquare il cavo orale oppure, tramite impacchi, per allievare l'arrossamento e le irritazioni della pelle.

INFORMAZIONI

PREPARAZIONE: 10 min

DIFFICOLTÀ: Bassa

COTTURA: 5 min

DOSI PER: 1 persone

INGREDIENTI

2 cucchiaini di malva essiccata

250 ml d’acqua

1 cucchiaino di miele (se necessario)


PREPARAZIONE

1) Prendi un pentolino e versa 250 ml di acqua; copri con un coperchio e fai bollire.
2) In una tazza aggiungi la malva essiccata e, successivamente, l'acqua calda.
3) Lascia in infusione per 10-15 minuti circa e poi filtra con un colino la malva.
4) Se lo desideri puoi aggiungere anche un cucchiaino di miele.

N.B.: puoi bere l'infuso più volte al giorno, poiché ti darà sollievo se soffri di stipsi, stati influenzali, digestione difficoltosa e stress.


Scopri di più